Roy Caceres

Cipria Magazine intervista Roy Caceres

By: Metamorfosi Restaurant | 19 Apr 2016

Patrizia Gallini intervista Roy Caceres su Cipria Magazine, riportiamo una parte dell’intervista:

Ristorante Metamorfosi a Roma, una stella colombiana

Roy Caceres, chef dello stellato ristorante Metamorfosi di Roma, nasce in Colombia e precisamente a Bogotà, 38 anni fa. Roy ha sempre amato mangiare in gioventù, ma la sua grande passione era lo sport e precisamente fare il giocatore di basket professionista. Venuto in Italia al seguito della madre, nel 1993, sogna sempre il basket, ma è una battaglia persa.

Spinto dal bisogno di lavorare per guadagnare qualcosa, accetta di fare il lavapiatti a Misurina ed ha la fortuna d’incontrare Rinaldo Zolli, che gli dà l’opportunità d’imparare il mestiere di cuoco. Da aiuto cuoco a chef finito passando da Forte dei Marmi al relais il Pellicano di Porto Ercole, sino alla Locanda Solarola, di Castel Guelfo, una stella Michelin.

Decide quindi, nel 2010, di aprire con alcuni soci il ristorante “Metamorfosi”, nella capitale.

La sua è una cucina in cerca di emozioni, che parla dello chef e delle sue radici, molto personale. La ricerca è molto importante per Roy ed ogni settimana, con una parte del suo staff, si dedica alla messa a punto di nuovi piatti. “Io cerco solo di emozionare il più possibile”- ci dice. Emozioni che dal 2012 sono state premiate con l’ambita stella Michelin. Molti dei suoi piatti sono a base di carne cruda ed anche la frutta secca è molto usata nelle preparazioni.

Due i menù consigliati: “Expression”, 6 portate a euro 100 e “Expression Super”, 10 portare a euro 130, bevande escluse.

Esiste, inoltre, per creare familiarità: “Espressioni da Condividere”: 4 piatti diversi, che vengono posti al centro del tavolo, dai quali i commensali si possono servire come in famiglia. 500 le etichette della cantina, consigliate con maestria da Paola Abballe, mentre il maitre Juan Alberto Faus accoglie con professionalità i clienti in questo caldo ambiente familiare con un taglio architettonico di grande contemporaneità.

Un ristorante che tutti i veri gourmand devono assolutamente provare.

Non so, invece, quanti di voi avranno la voglia di cimentarsi nella ricetta che lo Chef ci ha gentilmente regalato. Vale la pensa di provarci e noi aspettiamo le vostre foto!

L’intervista è disponibile su cipria magazine